Locandina2020.jpg
giù testo.png

"Giro girotondo tutti giù per terra": e tante, troppe persone, dopo un girotondo di soprusi e violenze, finirono giù nelle profondità della terra, nelle foibe.
Leggendo alcuni estratti delle testimonianze, delle interviste e dei documenti relativi ad uno dei capitoli più contraddittori della Storia del Novecento, si ripercorrono le tappe di ciò che avvenne in Istria, in Dalmazia e a Fiume: la dominazione italiana e il periodo fascista, l'8 settembre e le foibe, le occupazioni del 1945, l'esodo. Una storia dimenticata, scomoda e difficile. Non è un'invenzione letteraria né dietrologia politica, sono le persone a raccontare e a svelare ciò che sul manuale di storia appare freddo e anonimo, ciò che ha sconvolto per sempre le loro vite.

In occasione del Giorno del Ricordo, si cerca di ricordare per dare voce alle vittime e comprendere che la violenza porta sempre e comunque giù la nostra dignità di uomini e donne, crea tombe profonde dell'animo, seppellisce il nostro passato e il nostro futuro.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
1/1

Le illustrazioni originali sono a cura di Andrea Turla.

E' possibile allestire una mostra dei bozzetti originali durante la giornata dell'evento.